Chiesa di San Faustino e Giovita

DESCRIZIONE

DESCRIZIONE

ESTERNO
La chiesa di San Faustino e Giovita è dedicata ai Santi Patroni di Brescia. Un primissimo edificio intitolato a Santa Maria in Silvia fu distrutto nel 819 da un incendio. Si decise subito la ricostruzione della chiesa, consacrata nel 843 dal vescovo Ramperto, che pose sulla sommità del campanile un gallo segnavento, passato alla storia come il gallo di Ramperto. L’originale si trova oggi nel museo civico di Santa Giulia, mentre una fedele copia svetta ancora sul campanile, che conserva la sua struttura medievale. Un’altra ricostruzione dell’edificio risale al XII secolo. La chiesa romanica aveva una cripta per le reliquie dei patroni. Un nuovo cantiere inizia nel 1622, dando infine alla chiesa l’aspetto attuale.
La facciata in marmo di Botticino è conclusa nel 1711 ed è a due ordini divisi da una fascia che riporta un’iscrizione. È abbellita dalle statue di Sante Callegari il Vecchio con San Faustino e Giovita accanto al portale e due santi vescovi (Onorio e Antigio) nella parte alta. L’impostazione generale della facciata è barocca.
Il monastero, annesso alla chiesa, venne chiuso nel 1797 ed i monaci benedettini furono costretti ad andarsene. Fu poi usato a fini militari fino al 1980 per poi passare in proprietà al Comune. Oggi ospita una delle sedi dell’Università Statale di Brescia.
La chiesa è normalmente aperta al culto e diventa protagonista indiscussa della città nel giorno in cui si festeggiano i Santi Patroni, il 15 febbraio.

 

INTERNO
L’interno della chiesa è diviso in tre navate. La navata centrale è coperta da una lunga volta a botte. Le navate laterali sono separate da quella centrale usando un motivo architettonico e strutturale inedito per Brescia: la serliana, usata fino a quel momento solo come decorazione. La serliana, un arco a tutto sesto fiancheggiato simmetricamente da due colonne, permette di avere una ottima visuale pur mantenendo il sistema a tre navate, secondo l’impostazione antica della chiesa.
Da notare lungo le navate laterali gli altari, le colonne marmoree e le decorazioni che li incorniciano, frutto di una ricerca coloristica e di gusto volta a mostrare fasto ed eleganza.

INFO UTILI

INFO UTILI

INDIRIZZO

Via San Faustino, 74

COME ARRIVARE

Fermata San Faustino della linea metro

ORARI

Lunedì- domenica
7.30 - 11 / 15- 19

ORARI SANTE MESSE

Feriale 9, 18.15
Prefestivi 9, 18.15
Festivi 8, 10
11.15 (luglio e agosto sospesa)
12.30 (in inglese per la comunità dei filippini. In luglio e agosto ore 10.30 presso la chiesa di Santa Maria del Carmine, sempre in inglese)
18.15

SITO WEB

http://www.sanfaustinobrescia.org

AVVERTENZE

Ogni chiesa è prima di tutto un luogo di culto. Si raccomanda un comportamento educato, un tono di voce discreto ed un abbigliamento adatto. Sono vivamente sconsigliati pantaloncini e gonne al di sopra del ginocchio e canottiere senza maniche e eccessivamente scollate.
È suggerito spegnere il cellulare o attivare la modalità silenziosa.
E' vietato mangiare, bere e fumare all'interno della chiesa.
Durante le funzioni religiose sono vietate le visite turistiche.

© 2017 Museo Diocesano di Brescia - Designed and developed by VIVA! Srl - Crediti